Categorie
Experiences Travel

L’arte a cielo aperto nel centro di Vieste: la Scalinata della Pace

Amore. Pace. Speranza. Tre concetti da rendere sempre più concreti ed espressi con le variabili sfaccettature dei colori dell’arcobaleno.

Gli stessi colori che compongono la Scala della Pace, nel centro di Vieste. La Scala è stata realizzata avvalendosi di tappi di plastica colorata, per promuovere la Cultura della bellezza e della salvaguardia delle nostre risorse, a partire dalle città in cui abitiamo.

Sono stati giovani studenti i primi fautori della celebre iniziativa, che valorizza l’arte a cielo aperto. Così il Comune di Vieste si è attivato, nella realizzazione della scalinata, in sinergia con l’Istituto Comprensivo “Rodari-Alighieri-Spalatro” e l’architetto Paola Minervino, coadiuvata dalle docenti Maria Grazia Cortellino e Patrizia Ida Grassi.

L’iniziativa rientra nel progetto ‘Promozione della StreetArt – La Cultura si fa Strada’, in ambito regionale, dopo due altre significative scalinate della suggestiva località foggiana: la Scalinata dell’amore e la Scalinata della Legalità.

La scalinata della Pace è ubicata proprio nel quartiere del Carmine, a pochi metri di distanza dalla Scalinata dedicata agli innamorati, precisamente tra viale Manzoni e via Leopardi.

Tanti i turisti e i curiosi che si fermano ad apprezzarla e negli scatti ad immortalarla. Perché l’attenzione cattura e il proprio passaggio colora: impossibile non sostare ad ammirarla.

È qui che oggi voglio celebrare un’altra, importantissima, tematica: l’amore universale.

Perché il 17 maggio ricorre la Giornata Mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. La Giornata è promossa dal 2004 dal Comitato Internazionale per la Giornata contro l’Omofobia e la Transfobia, con riconoscimento ufficiale da parte dell’Unione europea e dalle Nazioni Unite. Perché ancora oggi, troppe sono le distanze, le categorizzazioni, le differenziazioni, in un mondo unico ed univoco: l’amore.

Perché l’amore ha molteplici sfaccettature, molteplici sfumature, ma un unico indistinguibile colore: l’universalità.

Perché l’amore conosce un unico ed indistinguibile linguaggio, senza barriere, etichette o limitazioni: il linguaggio della Libertà.

E ad esso dobbiamo appellarsi per un mondo in cui davvero la Pace prevalga con la Speranza, l’Amore con le Emozioni e il futuro dei mille colori arcobaleno si riveli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *